P.A.C. : vademecum per gestire incontro con cani abbandonati o smarriti

SHARE:

Si avvicinano le vacanze estive e questo, purtroppo, è anche il periodo dell’anno in cui i casi di abbandono di animali raggiungono i picchi più alti.

Spesso, però, non ci si imbatte solo in cani abbandonati ma anche in cani vaganti; è capitato a tutti ed in questi casi ci rendiamo conto che è una situazione non affatto semplice da gestire, se non altro per la burocrazia, e che la maggior parte delle persone non sa a chi rivolgersi.

Di seguito, pertanto, qualche consiglio su come comportarsi.

Prima di tutto è importante sapere che non sempre i cani vaganti sono animali abbandonati, possono essere cani smarriti o cani di quartiere (in alcune zone d’Italia, le Leggi Regionali – recanti norme sulla Lotta al randagismo e tutela degli animali di affezione – prevedono la reimmissione dei cani sul territorio di appartenenza).

Nel caso in cui vi troviate a che fare con un cane smarrito o abbandonato, questi sono i passi da fare per aiutarlo:

  • avvicinarlo piano piano senza fare movimenti bruschi, chiamandolo a voce bassa, se possibile offrendogli da mangiare o da bere, in modo da guadagnare la sua fiducia.
  • se il cane non sembra aggressivo e si lascia toccare, si può controllare se ha una medaglietta che riporta numeri di telefono;
  • nel caso in cui fosse sprovvisto di medaglietta, bisogna chiedere agli esercenti e agli abitanti della zona per capire se è un cane che conoscono o hanno già visto.
  • se non si riuscisse a risalire al proprietario bisognerà contattare le autorità competenti.

Per autorità competenti si intende, in ordine:

  • i Vigili Urbani che sono obbligati a intervenire dal regolamento di Polizia Veterinaria n. 320/1954 (trovate i centralini di Polizie Municipali – Locali – Provinciali su Comuni-italiani.it)
  •  i Servizi Veterinari delle ASL, anche loro tenuti ad avere reperibilità 24 ore su 24, giorni festivi compresi.
  •  I Carabinieri (112) e  i Carabinieri forestali (1515);
  • Polizia Stradale  se è stato abbandonato in autostrada o in altre strade a lunga percorrenza fuori dai centri abitati;
  • Vigili del Fuoco in situazioni particolari (tetti, alberi, cunicoli).

Le autorità competenti sono OBBLIGATE ad intervenire: pertanto, il mancato intervento è denunciabile perché si tratta di un pubblico servizio.

Se invece trovate un cane ferito chiamate la Asl e i Vigili Urbani. Vi ricordo che i vigili urbani sono obbligati a intervenire dal regolamento di Polizia Veterinaria ( n. 320/1954). Mentre i Servizi Veterinari delle ASL devono avere reperibilità anche notturna e festiva e sono obbligati a intervenire per il ritiro dell’animale non di proprietà.

ATTENZIONE: Il contatto con le Associazioni è sempre consigliato, ma non sostituiscono e non devono/possono sostituire i servizi pubblici e di pubblica utilità nonché le Forze di Polizia.

 

Protezione Animali Calabria