Aprono le candidature per i 3mila navigator: il loro ruolo sarà di «assistenza tecnica»

SHARE:

Regioni e Stato ieri hanno sancito l’Intesa sul piano di potenziamento dei Centri per l’Impiego. 4mila operatori assunti a tempo indeterminato nei CpI, mentre i navigator faranno assistenza tecnica, previa intesa con la singola regione che vorrà avvalersene. Da oggi e fino all’8 maggio è possibile presentare la candidatura online sul sito di Anpal
Ci saranno 4mila operatori assunti a tempo indeterminato nei Centri per l’Impiego, mentre i 3mila navigator contrattualizzati da Anpal servizi avranno un ruolo «di assistenza tecnica». Si chiude così la querelle fra Governo e Regioni attorno al piano per il potenziamento dei Centri per l’Impiego legato all’attuazione del reddito di cittadinanza.

L’Intesa è stata sancita ieri in Conferenza Stato-Regioni. «Si è concluso positivamente un percorso che ha visto la ricerca di una stretta e leale collaborazione tra le Regioni e il Governo», afferma la Commissione Istruzione, Lavoro, Innovazione e ricerca della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome. «Abbiamo chiarito tutti gli aspetti tecnici ancora aperti e in particolare la centralità dei Centri per l’impiego e il ruolo di assistenza tecnica che dovranno svolgere i navigator. In tal senso è previsto un accordo con la singola Regione che intende avvalersene in sede di convenzione bilaterale con la definizione delle azioni che si intendono realizzare e degli specifici standard di servizio per l’attuazione dei livelli essenziali delle prestazioni. Il piano inoltre contiene i criteri di riparto delle risorse per l’ammodernamento delle strutture ed infrastrutture per il 2019 e 2020. Esprimiamo soddisfazione – conclude la Commissione Istruzione, Lavoro, Innovazione e ricerca della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome – perché il potenziamento dei centri permetterà di elevare il livello dei servizi verso standard di altri paesi europei, e di fronteggiare con più tranquillità la richiesta delle politiche collegate al Reddito di cittadinanza. Il tutto, però, avverrà nel rispetto delle prerogative e delle responsabilità di ogni soggetto istituzionale coinvolto».

ANPAL Servizi, sulla base dei dati INPS, ha elaborato un piano di distribuzione dei navigator per ciascuna zona d’Italia. In Campania c’è il maggior fabbisogno di navigator (471), con la sola provincia di Napoli che ne prevede 274. Segue la Sicilia con 249 posti di cui 125 a Palermo e 100 a Catania. Al nord spicca la Lombardia con 329 navigator da assumere, di cui 76 a Milano e 50 a Brescia mentre nel centro Italia è il Lazio la regione che ha maggiore necessità di copertura con 273 operatori, 195 nella provincia di Roma. Qui il dettaglio regione per regione. La domanda può essere presentata solo online su http://selezionenavigator.anpalservizi.it dalle 10 di oggi alle 12 dell’8 maggio. L’avviso pubblico prevede che l’incarico di collaborazione avrà durata fino al 30 aprile 2021 e un compenso lordo annuo pari a euro 27.338,76 oltre euro 300,00 lordi mensili a titolo di rimborso forfettario delle spese per l’espletamento dell’incarico, quali spese di viaggio, vitto e alloggio.

fonte: www.vita.it