Servizio Civile Nazionale

Il Servizio Civile Nazionale, istituito con la legge 6 marzo 2001 n° 64, – che dal 1° gennaio 2005 si svolge su base esclusivamente volontaria – è un modo di favorire la realizzazione dei princìpi costituzionali di solidarietà sociale e la condivisione di valori comuni e fondanti l’ordinamento democratico.

E’ la possibilità messa a disposizione dei giovani dai 18 ai 28 anni di dedicare un anno della propria vita a favore di un impegno solidaristico inteso come impegno per il bene di tutti e di ciascuno e quindi come valore della ricerca di pace.

Il servizio civile volontario garantisce ai giovani una forte valenza educativa e formativa, è una importante e spesso unica occasione di crescita personale, una opportunità di educazione alla cittadinanza attiva, un prezioso strumento per aiutare le fasce più deboli della società contribuendo allo sviluppo sociale, culturale ed economico del nostro Paese.

L’impegno di dodici mesi nel servizio civile volontario, costituisce un’esperienza qualificante, spendibile nel corso della vita lavorativa e nel contempo assicura una sia pur minima autonomia economica.

Le aree di intervento nelle quali è possibile prestare il Servizio Civile Nazionale sono riconducibili ai seguenti settori:
assistenza, protezione civile, ambiente, patrimonio artistico e culturale, educazione e promozione culturale, servizio civile all’estero.

Di seguito è possibile accedere a tutte le informazioni necessarie alle associazioni di volontariato che vogliono diventare enti di servizio civile ed ai volontari che intendono prestare la propria attività nell’ambito del Servizio Civile Nazionale:


Enti di servizio civile

Gli enti di servizio civile sono le amministrazioni pubbliche, le associazioni non governative (ONG) e le associazioni no profit che operano negli ambiti specificati dalla Legge 6 marzo 2001 n° 64.

Per poter partecipare al SCN gli enti devono dimostrare all’UNSC di possedere requisiti strutturali ed organizzativi, nonché di avere adeguate competenze e risorse specificatamente destinate al SCN.

L’ente deve inoltre sottoscrivere la carta di impegno etico che intende assicurare una comune visione delle finalità del SCN e delle sue modalità di svolgimento, in un patto stretto con l’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile ed i giovani.

Il Servizio Civile Nazionale consente agli enti accreditati di avvalersi di personale giovane e motivato, che, stimolato dalla possibilità di vivere un’esperienza qualificante nel campo della solidarietà sociale, assicura un servizio continuativo ed efficace. I progetti d’impiego dei volontari, predisposti dagli enti pubblici e dalle organizzazioni del Terzo Settore, vengono presentati all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile che li esamina, li approva e li inserisce nei bandi per la selezione dei volontari che vengono pubblicati nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica (GURI).


Accreditamento

ACCREDITAMENTO

Gli enti che intendono accreditarsi e divenire così enti di servizio civile, devono seguire una procedura specifica secondo quanto disposto dalla nuova circolare del 17 giugno 2009 “Norme sull’accreditamento degli enti di servizio civile nazionale”.

Informazioni sulla procedura per l’Accreditamento (sintesi curata alla luce della circolare 17 giugno 2009)

CHI

Possono richiedere l’accreditamento gli enti in possesso dei seguenti requisiti (art. 3 L. n. 64/2001):

  • assenza di scopo di lucro;
  • capacità organizzativa e possibilità di impiego in rapporto al servizio civile nazionale;
  • corrispondenza tra fini istituzionali e finalità previste dall’art. 1 della stessa legge n. 64;
  • svolgimento di un’attività continuativa da almeno tre anni.

Ulteriori condizioni per l’accreditamento sono rappresentate:

  • dall’ubicazione della sede legale dell’ente titolare dell’accreditamento nell’ambito del territorio dello Stato italiano;
  • dalla sottoscrizione, da parte del responsabile legale di ogni ente che intenda entrare nel servizio civile, di una
    “Carta di impegno etico del servizio civile nazionale”, per ribadire che l’intero sistema partecipa della stessa
    cultura del servizio civile nazionale, senza interpretazioni particolari, riduttive o devianti.

DOVE

Albo Regionale
Con l’entrata in vigore del decreto legislativo n. 77 del 2002, a partire dal 1° gennaio 2006, le Regioni e le Province autonome hanno istituito un proprio albo, cui sono iscritti gli enti di servizio civile nazionale con sede legale nella regione e sedi di attuazione di progetto in non più di altre tre regioni.
Albo Nazionale
Continuano ad essere iscritti, o iscrivibili, nell’albo nazionale gli enti di servizio civile con sedi di attuazione di progetto in più di quattro regioni.

QUALE CLASSE

Si possono raggruppare gli enti in classi dimensionali a seconda del numero di sedi di attuazione del progetto che ogni ente gestisce. Ogni classe è caratterizzata da un certo numero di elementi che l’ente deve possedere in proprio, mentre gli altri elementi della capacità organizzativa del servizio civile nazionale possono essere acquisiti dall’ente da altre fonti. Il glossario allegato alla circolare 17 giugno 2009 “Norme sull’accreditamento degli enti di servizio civile nazionale” contiene la descrizione degli elementi richiesti, con la definizione, per ogni figura professionale o funzione, dei contenuti minimi e dei requisiti di accesso. La capacità organizzativa così definita deve essere dimostrata da tutti gli enti che intendono accreditarsi, indipendentemente dalla loro natura pubblica e privata. Le classi di accreditamento sono individuate perciò come segue:

Tab. 1 Classi di accreditamento per numero sedi di attuazione di progetto e numero massimo di volontari assegnabili
Classe Numero sedi di attuazione Numero massimo di volontari assegnabili su base annua
prima oltre 100 10% del contingente annuo
seconda da 26 a 100 fino a 400
terza da 6 a 25 fino a 100
quarta da 1 a 5 fino a 20

QUANDO

L’Ufficio, previa intesa con le Regioni e Province autonome, rende noto le date di riapertura della presentazione delle richieste di accreditamento e di adeguamento con avviso a firma del Direttore Generale.
Gli enti devono far pervenire le richieste di accreditamento o di adeguamento all’Ufficio nazionale o alla Regione o alla Provincia autonoma competente, mediante apposita istanza firmata, a pena di nullità, dal legale rappresentante dell’ente o da un suo delegato, redatta secondo il modello 1/a per le richieste di iscrizione all’albo nazionale, oppure 1/b per le richieste di iscrizione all’albo regionale o delle Province autonome, di cui all’allegato 3 della circolare 17 giugno 2009 “Norme sull’accreditamento degli enti di servizio civile nazionale”.
Le richieste dovranno pervenire entro le date fissate nell’Avviso e, pertanto, l’Ufficio, le Regioni e le Province autonome non valuteranno quelle pervenute in data successiva al termine ivi indicato. A tal uopo si precisa che non rileva la data del timbro di spedizione dell’Ufficio postale accettante. Le domande di accreditamento devono recare l’ indicazione in calce a sinistra della busta di invio “ Domanda di accreditamento”.

COME

La richiesta di accreditamento deve pervenire all’Ufficio, ovvero alla Regione o Provincia autonoma competente con le modalità di seguito descritte, rappresentate da una parte informatica e da una parte cartacea, che si integrano e controllano a vicenda. In mancanza dell’invio entro i termini indicati nell’Avviso (paragrafo 6.1 circolare 17 giugno 2009) di una delle parti (informatica o cartacea) l’Ufficio, ovvero la Regione o la Provincia autonoma competente non sottopone ad esame la richiesta di iscrizione o di adeguamento della stessa. In fase di prima applicazione delle disposizioni della presente circolare e per il solo anno 2009 gli enti potranno presentare entro i termini previsti dal citato Avviso la sola documentazione cartacea. Con successivo avviso del Direttore generale dell’Ufficio saranno rese note le date entro le quali inserire le informazioni relative all’accreditamento e all’adeguamento dello stesso sul sistema informatico Helios. In mancanza dell’inserimento, ovvero dell’inserimento oltre le date fissate dall’Avviso, delle informazioni corrispondenti alla documentazione cartacea presentata, l’Ufficio, la Regione o la Provincia autonoma competente non sottopone ad esame la richiesta di iscrizione o di adeguamento della stessa.

Per presentare la richiesta di iscrizione necessita effettuare le seguenti operazioni:

  1. scaricare dal sito Internet dell’Ufficio (www.serviziocivile.it) il Mod. Rich, compilarlo correttamente in ogni parte e spedirlo all’Ufficio nazionale esclusivamente via fax ai numeri ivi indicati;
  2. attendere all’indirizzo di posta elettronica indicato nel modello trasmesso il codice di utenza e la password di accesso al sistema Helios, che verranno inviati dall’Ufficio nazionale entro 3 giorni lavorativi dalla richiesta;
  3. accedere al sistema Helios utilizzando esclusivamente il codice di utenza e la password inviata ed inserire, seguendo le istruzioni dell’apposito manuale reperibile sul sito Internet dell’Ufficio, tutte le informazioni relative alla classe di iscrizione richiesta.
    Le operazioni di inserimento dei dati e delle informazioni sul sistema Helios devono essere effettuate prima di spedire la documentazione cartacea in quanto il sistema è dotato di una serie di controlli automatici, tarati sulle disposizioni della presente circolare, sia sugli enti, sia sulle figure “professionali”, che impediscono all’ente richiedente di commettere una serie di errori, tra i quali l’invio della documentazione ad un albo errato. Inoltre, all’atto dell’inserimento dell’ente richiedente, il sistema Helios genera un codice da riportare obbligatoriamente negli appositi spazi sul supporto cartaceo. Una volta terminato l’inserimento occorre attivare la funzione “presenta”. Per un corretto utilizzo del software Helios si rimanda al relativo manuale applicativo;
  4. inoltrare all’Ufficio ovvero alla Regione o alla Provincia autonoma competente la richiesta di accreditamento su supporto cartaceo mediante apposita istanza firmata, a pena di nullità, dal legale rappresentante dell’ente o da suo delegato (in questo caso occorre allegare l’atto di delega), redatta secondo il modello 1/a o 1/b di cui all’allegato 3 della circolare 17 giugno 2009. Unitamente alla predetta domanda gli enti debbono far pervenire tutta la documentazione elencata, a seconda della classe di iscrizione richiesta, nella scheda A (per gli enti richiedenti l’iscrizione alla quarta classe), B (per gli enti richiedenti l’iscrizione alla terza classe), C (per gli enti richiedenti l’iscrizione alla seconda classe) e D (per gli enti richiedenti l’iscrizione alla prima classe).

Le procedure innanzi descritte si applicano anche agli enti già iscritti nei competenti albi, che intendono chiedere l’adeguamento dell’accreditamento. In questo caso gli enti seguiranno la procedura descritta a partire dal precedente punto 3), limitatamente ai nuovi enti, alle nuove sedi di attuazione di progetto e alle nuove figure che si intendono accreditare.


Volontari di servizio civile

I ragazzi e le ragazze, di età compresa tra i 18 e 28 anni, di cittadinanza italiana, interessati al Servizio civile volontario possono partecipare ai bandi di selezione dei volontari pubblicati nella GURI presentando, entro la data di scadenza prevista dal bando, domanda di partecipazione.

La domanda di partecipazione, in carta semplice, è indirizzata all’Ente che ha proposto il progetto, deve essere redatta secondo il modello allegato al bando, deve contenere l’indicazione del progetto prescelto ed essere corredata, ove possibile, di titoli di studio, titoli professionali, documenti attestanti esperienze lavorative svolte. E’ ammessa la presentazione di una sola domanda per bando.

Il modulo di domanda può essere scaricato dalla sezione “Modulistica” o dall’area “Bando” alla voce Modulo; i progetti possono essere consultati nell’area “Bando ” attraverso un motore di ricerca che consente una selezione geografica o per settore di interesse.
L’ente sceglie le figure più adeguate alle proprie attività operative attraverso una selezione tra i profili delle candidature giunte in seguito al bando di concorso. Successivamente comunica la relativa graduatoria provvisoria all’Ufficio Nazionale per il Servizio Civile che provvede alla verifica ed alla approvazione della stessa. L’UNSC con proprio provvedimento dispone l’avvio al servizio dei volontari, specificando la data di inizio del servizio e le condizioni generali di partecipazione al progetto.


Normativa

TipoNomeDimensioneDescrizione
Icon of Accreditamento EntiAccreditamento Enti243.8 KiBAvviso Accreditamento Enti Di Servizio Civile Nazionale
Icon of Calendario FormazioneCalendario Formazione52.9 KiBCalendario formazione 2010
Icon of Circolare 2 agosto 2010Circolare 2 agosto 201073.0 KiB"Modifiche ed integrazioni alla circolare del 17 giugno 2009 concernente: Norme sull'accreditamento degli Enti di Servizio Civile Nazionale"
Icon of Circolare 23-09-2013Circolare 23-09-2013389.4 KiB Norme Accreditamento
Icon of Circolare Accreditamento 17-6-09Circolare Accreditamento 17-6-09300.1 KiBCircolare 17 giugno 2009 "Norme per l'accreditamento degli enti di servizio civile nazionale"
Icon of Enti Destinatari Piano FormativoEnti Destinatari Piano Formativo61.5 KiB
Icon of Legge n. 64/2001Legge n. 64/20017.2 KiBNormativa Servizio Civile
Icon of Prontuario Servizio Civile 20-10-09Prontuario Servizio Civile 20-10-09421.2 KiBNuovo Prontuario 2009


Ultime News su Servizio Civile

“La Speranza" di Cirò Marina cerca 6 volontari per il Servizio Civile

Il Servizio Civile è un’esperienza che produce molti benefici: riconosce crediti formativi, garantisce copertura previdenziale, assicurativa e riconosce un contributo di € 433,80 mensili. Bando per la selezione di n. 6 volontari per il Servizio Civile Nazionale presso l’Associazione Genitori di Bambini e Adulti Disabili “La Speranza Onlus” di Cirò Marina. Il Bando è aperto...
Leggi Tutto »

Agorà Kroton seleziona n°6 volontari per il Servizio Civile

La coop. “Agorà Kroton” insieme a LEGACOOP avvia la selezione di sei Volontari da impegnare nel progetto “ATTIVA IL TEMPO” di Servizio Civile Nazionale 2017, che si pone la finalità primaria di sensibilizzare i giovani ai valori del volontariato e del terzo settore. I giovani che verranno selezionati saranno impiegati, dopo un periodo di formazione,...
Leggi Tutto »

Bandi per la selezione di n. 47.529 volontari da impiegare in progetti di Servizio Civile Nazionale

Sono attivi i bandi per la selezione di volontari da impiegare nei progetti di Servizio Civile Nazionale (SCN) in Italia e all’estero, presentati dagli enti iscritti all’albo nazionale e agli albi regionali. Per poter partecipare alla selezione occorre innanzitutto individuare il progetto di SCN. Per avere l’elenco dei progetti di SCN in Italia e all’Estero...
Leggi Tutto »

Regione Calabria: Progetti di Servizio Civile Nazionale annualità 2016

La Regione Calabria comunica che è in fase di pubblicazione sul BURC il Decreto n.4238 del 21 aprile 2017 avente ad oggetto “Progetti di Servizio Civile Nazionale annualità 2016. Pubblicazione graduatoria provvisoria e progetti non ammessi.” decreto-n-4238-del-21-aprile-2017 allegato-a-al-decreto-n-4238-del-21-aprile-2017 allegato-b-al-decreto-n-4238-del-21-aprile-2017
Leggi Tutto »

Servizio Civile: 1.298 volontari da impiegare nelle aree terremotate

Pubblicato il Bando di selezione per complessivi 1.298 volontari da impiegare nelle aree terremotate delle Regioni Abruzzo, Lazio, Marche e Umbria. Il bando si riferisce alla selezione di 1.298 volontari per l’attuazione di progetti di servizio civile nazionale in Italia di cui: 163 nella Regione Abruzzo 279 nella Regione Lazio 616 nella Regione Marche 240...
Leggi Tutto »

Older Entries »