Recupero beni confiscati. Pubblicati gli avvisi per le Regioni Calabria, Puglia e Sicilia

SHARE:

beni-consficati

L’Autorità di gestione del PON “Legalità” ha pubblicato in data odierna tre Avvisi pubblici con procedura valutativa a sportello per l’individuazione di interventi di recupero e rifunzionalizzazione di beni confiscati alla criminalità organizzata nelle regioni Calabria, Puglia e Sicilia (la documentazione relativa è visionabile nella sezione “Opportunità – Avvisi pubblici”).

Le risorse destinate all’iniziativa (€ 8.541.876,00 alla Calabria, € 9.990.596,00 alla Puglia e € 18.343.024 alla Sicilia) dovranno essere finalizzate alla realizzazione di centri per donne vittime di violenza, strutture a favore degli Istituti scolastici, strutture e centri servizi per soggetti vulnerabili a rischio devianza.

Le proposte progettuali potranno essere presentate dai Comuni assegnatari di beni confiscati dal 30 aprile al 30 giugno attraverso la modulistica allegata agli Avvisi. Lo sportello valutativo potrà essere chiuso anche in data antecedente al 30 giugno allorquando dovessero pervenire proposte per un valore pari al 150% della dotazione assegnata all’iniziativa per ciascuna Regione. In tal caso la chiusura dello sportello verrà resa nota attraverso una comunicazione sul sito del Programma.

Ogni progetto potrà essere finanziato per un valore massimo di 1 mln di euro per la Calabria e la Puglia e di 1,5 mln di euro per la Sicilia. Verranno ammesse a finanziamento le proposte progettuali che totalizzeranno – in fase di valutazione – un punteggio non inferiore a 70/115.

Scarica documentazione