-Grande successo per la I^ edizione del “Festival P.R.I.M.A. I.” a Crotone

SHARE:

prima-crotone

Grande successo per la prima edizione del Festival P.R.I.M.A. I. a Crotone. L’appuntamento – che si è svolto nel Parco Baden Powell questa mattina – ha coinvolto insegnanti, genitori, rappresentanti istituzionali ed associazioni. Un momento di festa, con animazione per bambini, momenti di condivisione e presentazione dei risultati dei primi mesi di attività del progetto, selezionato da impresa sociale Con i Bambini nell’ambito del Fondo a contrasto della povertà educativa minorile, e che coinvolge, oltre a Crotone, anche i comuni di Manfredonia e Sora.
Ad aprire l’appuntamento sono state alcune dimostrazioni dei laboratori di psicomotricità, creatività digitale, teatro spazio delle emozioni e musicoterapia attivi negli Istituti comprensivi – e relativi plessi – che hanno aderito alla rete di P.R.I.M.A. I. in Calabria ovvero: IC Romsini, IC Alcemone, IC Cutuli e IC Papanice. Ad occuparsi delle attività laboratoriali che, insieme allo sportello di ascolto per genitori e insegnanti, sono state le prime iniziative realizzate sono: la Cooperativa Noemi, la Cooperativa Agorà e l’associazione Teatro della Maruca.
A settembre, inoltre, partiranno servizi aggiuntivi pensati per famiglie, scuole e comunità educante tra cui i corsi di formazione per genitori e insegnanti, il servizio di Home visiting, il servizio di pre e post scuola, eventi e la distribuzione dei voucher famiglia per i nuclei con maggiori difficoltà ( un aiuto economico per sostenere le spese per la formazione dei piccoli).
Dopo l’esibizione dei bambini coinvolti nelle attività ospitate dalle scuole come arricchimento dell’offerta formativa, è stata la volta dei rappresentanti delle realtà che operano da anni a Crotone nei campi del sociale e della cultura e che hanno scelto, con convinzione, di diventare partner del progetto nazionale che durerà 42 mesi.
Angelo Gallo, il presidente e direttore artistico dell’Associazione Artistico Culturale Teatro della Maruca ha presentato il Festival ed ha spiegato ai presenti: “Finalmente un progetto reale, vero che favorisce la cultura, del sapere e del fare, legato ai bambini. In questi due mesi scarsi i risultati non hanno tardato ad arrivare. Le maestre in primis ci hanno manifestato il loro apprezzamento, hanno fin da subito notato miglioramenti caratteriali e di socializzazione nei bambini. Ed oggi grazie al Festival ho potuto constatare in prima persona che il progetto funziona e deve continuare. La nostra attività laboratoriale, unita a quelle degli altri partner è un’occasione troppo importante non solo per i partecipanti diretti, le famiglie e le scuole ma lo è per tutta la città”.
Dello stesso avviso Gregorio Mungari Cotruzzolà, presidente della Società Cooperativa sociale Agorà Kroton che ha aggiunto: “Il lavoro con i bambini e la sinergia con i dirigenti scolastici e le maestre hanno reso questa prima fase del progetto piacevole ed entusiasmante. Con i laboratori abbiamo avuto l’opportunità di ritornare nei quartieri e rivivere quelle realtà complesse, delicate e piene di umanità che ci forniscono nuovi stimoli per l’azione quotidiana di un’organizzazione articolata come la Cooperativa Agorà”.
Francesca Perziano, presidente della Cooperativa “Noemi” ha, poi, sottolineato come: “Abbiamo attivato e incentivato il coinvolgimento e la collaborazione di insegnanti, genitori e bambini, iniziando a tessere relazioni di fiducia, potenziando spazi strategici di accoglienza, ascolto, confronto e condivisione e sviluppando attività ludico-formative. Crediamo fermamente che questo progetto sia una validissima opportunità, perché la sfida educativa coinvolge tutti e potrà essere un’occasione per sviluppare al massimo le potenzialità di un territorio e dell’intera comunità educante”.
Tra i partner istituzionali, inoltre, anche il Comune di Crotone che, attraverso il vicesindaco Antonella Cosentino ha fatto arrivare i suoi saluti ai presenti, ponendo l’accento su alcuni aspetti emersi nei primi mesi di vita del progetto: “Guardare i bambini che, attraverso il gioco imparano a fare e ad essere non solo è commovente ma anche una dimostrazione di come il gioco è fondamentale per la crescita e lo sviluppo delle capacità relazionali e comportamentali dei futuri cittadini. Questo è il merito del progetto P.R.I.M.A.I., l’impegno di dare ai bambini, gli stimoli per essere protagonisti delle proprie scelte, della propria storia e del proprio territorio”.
Appuntamento con la seconda edizione del Festival P.R.I.M.A. I. di Crotone alla fine del prossimo anno scolastico ma, intanto, le molteplici attività del progetto a contrasto della povertà educativa continuano.
Il progetto è stato selezionato da Con i Bambini nell’ambito del Fondo per il contrasto della povertà educativa minorile. Il Fondo nasce da un’intesa tra le Fondazioni di origine bancaria rappresentate da Acri, il Forum Nazionale del Terzo Settore e il Governo. Sostiene interventi finalizzati a rimuovere gli ostacoli di natura economica, sociale e culturale che impediscono la piena fruizione dei processi educativi da parte dei minori. Per attuare i programmi del Fondo, a giugno 2016, è nata l’impresa sociale Con i Bambini, organizzazione senza scopo di lucro interamente partecipata dalla Fondazione CON IL SUD www.conibambini.org