Al via il percorso di Auto Mutuo Aiuto per le famiglie organizzato dall’associazione “Il Futuro” di Mesoraca

SHARE:

1002650londino21362646410

è stato presentato nei giorni scorsi a Mesoraca il progetto di “Auto Mutuo Aiuto” per le famiglie con disabili realizzato dall’associazione di volontariato “Il Futuro”. Il progetto é finanziato dalla Regione, Dipartimento 10 Settore politiche sociali, attraverso la legge n.1 del 2 febbraio 2004 che riconosce e promuove una particolare forma di volontariato, l’auto mutuo aiuto, inserendolo nel contesto delle politiche della famiglia.

Firmato anche un protocollo d’intesa tra l’associazione familiare “il Futuro”, presieduta da Leonardo Londino, dall’istituto comprensivo Moro-Lamanna, dalla Parrocchia della SS. Purificazione, dall’associazione Vupti e dall’associazione Anteas S.Michele.
L’incontro dell’altra sera, il primo di una serie, ha visto la partecipazione di tantissimi genitori di disabili, dei presidenti delle associazioni coinvolte, i parroci don Pasquale Aceto e don Claudio Splendido, Irene Magistro per il Vupti, Carmine Colosimo per l’Anteas, Antonio Covelli e Antonio Aiello per l’istituto comprensivo, e dello psicologo Giuseppe Ceraudo di Petilia Policastro, che sarà il cosiddetto facilitatore del progetto, colui che deve facilitare lo svolgimento della sessione di lavoro in modo da raggiungere gli obiettivi definiti.
‘I protagonisti, comunque, sarete voi genitori, ha subito precisato il dottor Ceraudo, con le vostre storie, con i vostri racconti, con le vostre esperienze maturate in famiglia e fuorì.
Ogni famiglia, la cui iniziale riservatezza é comprensibile, attraverso gite e incontri, che saranno tenuti due volti al mese e che avranno la durata di un anno, dovrà dialogare con le altre famiglie, scambiarsi esperienze, raccontare le proprie problematiche, magari le soluzioni trovate per superare quel dato problema e comunicarle agli altri.
Alla conclusione dell’attività, tutto il materiale raccolto nei racconti delle storie di vita e le foto che saranno scattate durante il percorso, costituiranno una importante documentazione che sarà trasformata in una pubblicazione, cartacea e digitale.